I Cani live @ Magazzini Generali Milano

I Cani 17 febbraio 2012 Magazzini Generali

I Cani 17 febbraio 2012 Magazzini Generali

Venerdì 17 febbraio.
E i Cani suonano per la terza volta (ufficialmente) in quasi 8 mesi a Milano.
Mi mangio le mani per non aver assistito al loro secondo concerto al Tunnel. Decisamente credevo che l’atmosfera da Club fosse più congeniale al loro tipo di musica, e a loro. Oltre che ad un mia strisciante passione per il Tunnel: la sua atmosfera decadente, da salone post-punk-indie-parrocchiale. mi fa sentire a casa e gli artisti sono sempre rilassati grazie a quest’amosfera.
Immaginavo il Tunnel come cornice e non la sala da ballo impersonale dei Magazzini Generali, magari con una certa dispersività.
Invece mi sono ricreduto.
Una volta saliti sul palco, e all’attacco della prima canzone Hipsteria, hanno tradito una certa timidezza.
un leggero sgomento. dalla gente che c’era.
e ce n’era tanta.
uno leggero e breve sgomento durato i primi minuti, che bene si lega ad una band ai primi passi.
un leggero terrore e brivido insieme.
passati i primi due minuti, l’adrenalina ha preso il sopravvento.
I Cani 17 febbraio 2012 Magazzini Generali

I Cani 17 febbraio 2012 Magazzini Generali


La prima parte del concerto è stato un climax sfociato nel sound trascinante-malinconico-stridente-ballabile-ipnotico di Perdona e Dimentica. Una canzone un po’ snobbata e forse non dovutamente suonata nell’album, ha preso una sua totale direzione nella forma live.
Abbiamo ballato, abbiamo urlato. abbiamo quasi pogato.
Bravi I Cani.
Per parlare un linguaggio così diretto e suonare una musica finalmente non banale, fuori dai clichè del Pop. I testi infatti mi sembrano scritti da giovani di 60anni almeno, con una lucidità impressionante sul mondo della musica stessa e dei circoli di cui si circonda.
Altra menzione di canzone molto ben riuscita è stata Post-Punk. Decisamente un sound più convincente rispetto all’album.
Peccato per l’unica voce, a volte troppo solitaria, sul palco.

Classifica dei pezzi più belli sul palco:

share on:
  • Facebook
  • TwitThis
  • Digg
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Technorati
  • Wikio IT
  • Live
  • RSS
  • FriendFeed
  • email
  • Print
  • PDF

Other Lives “Live” @Tunnel – Milan

2011 Nov. 8th.
Listening Tamer Animals Live.
Like a Tamer Animals.
Breathing as a deer. in the deep mountain.
and feeling. vertigo and adrenaline as walking the tightrope. high. in between unfastened worlds.
watching people moving fast. in the eye of a young woman in a metro coach. deep in any city.

Yesterday. At the Tunnel. We were full.
while moving steps forward.
Of such kind of deep thoughts.

Other Lives Live @Tunnel Milan

Other Lives Live @Tunnel Milan

Other Lives Live @Tunnel Milan nov.2011

Other Lives Live @Tunnel Milan nov.2011

share on:
  • Facebook
  • TwitThis
  • Digg
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Technorati
  • Wikio IT
  • Live
  • RSS
  • FriendFeed
  • email
  • Print
  • PDF

Bye Bye Bombay

Queen's necklace Bombay

Queen's necklace Bombay

Scivolo nell’alba masala di Bombay.
senza lasciar traccia. e con gli occhi pieni.
nel traffico umano di
occidentali runners, biciclette, milkman, onde d’oceano indiano, grattacieli, squatters, sorrisi, denti bianchi, semafori non rispettati e
ancora occhi che porterò sempre con me.
people I will never forget.
sarà difficile.
scrollarsi di dosso ancora tutto questo spettacolo di umanità.
di India, che mi ha insegnato un nuovo sorriso.

share on:
  • Facebook
  • TwitThis
  • Digg
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Technorati
  • Wikio IT
  • Live
  • RSS
  • FriendFeed
  • email
  • Print
  • PDF

Terracotta

Quando leggerai questa lettera sarò lontana.
A nord,
come sempre.
E tu, nella tua Sicilia.
E’ questo il nostro destino?
L’altra notte mi hai portato davanti alla tomba di quei due giovani amanti assassinati cinquant’anni fa.
e li,
davanti a quei due Romeo e Giulietta siciliani,
ho capito che ti amo ancora.
Ho capito che il tuo egoismo e le mie paure non hanno vinto.

Il mio amore è là,
resiste al tempo.

E ogni notte nella mia casa io aspetto la tua telefonata.
pronta a correre ancora una volta da te.

Perchè oggi,
come ieri e come domani, io ti amo.

(Il cane di terracotta, Camilleri)

English…

share on:
  • Facebook
  • TwitThis
  • Digg
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Technorati
  • Wikio IT
  • Live
  • RSS
  • FriendFeed
  • email
  • Print
  • PDF

NO CARS GO. ARCADE FIRE:

ever.

share on:
  • Facebook
  • TwitThis
  • Digg
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Technorati
  • Wikio IT
  • Live
  • RSS
  • FriendFeed
  • email
  • Print
  • PDF

love will tear us apart@video :::remake/psIloveYOU @facelove

E la versione originale dei Joy Division….

http://youtu.be/qHYOXyy1ToI

share on:
  • Facebook
  • TwitThis
  • Digg
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Technorati
  • Wikio IT
  • Live
  • RSS
  • FriendFeed
  • email
  • Print
  • PDF

Gennaio

Nessun senso di colpa….

share on:
  • Facebook
  • TwitThis
  • Digg
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Technorati
  • Wikio IT
  • Live
  • RSS
  • FriendFeed
  • email
  • Print
  • PDF

Ps I love you @ Empty Bottle

share on:
  • Facebook
  • TwitThis
  • Digg
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Technorati
  • Wikio IT
  • Live
  • RSS
  • FriendFeed
  • email
  • Print
  • PDF

monday @ Empty Bottle – Chicago

share on:
  • Facebook
  • TwitThis
  • Digg
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Technorati
  • Wikio IT
  • Live
  • RSS
  • FriendFeed
  • email
  • Print
  • PDF

It’s ok. life as should be. in a dreaming dream.

I tuoi capelli che definiscono profondità oceaniche.
lontani altri mondi fa.
per permettermi ancora di sognare.
un libro più in là del tuo cuscino di certezze.
e allontanare da noi la luce di quest’albalatte.
che conta le gocce dei secondi dal mio risveglio.
una scala più ripida delle mie paure.
una mano dall’equilibrio instabile.
mentre cavalchi a radunare le truppe.
per segnare il passo e la distanza da me.

share on:
  • Facebook
  • TwitThis
  • Digg
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Technorati
  • Wikio IT
  • Live
  • RSS
  • FriendFeed
  • email
  • Print
  • PDF